Recami_Riposo400px

La seconda commedia nera di Francesco Recami

Col lavoro che facciamo finiamo spesso per incontrare scrittori. Una fortuna? Bah, dipende dai punti di vista. Alcuni assomigliano ai vicini di casa che si mettono a trapanare i muri la domenica all’alba o a scòtere la tovaglia dalla finestra, ma sotto c’eri tu in balcone a prendere il sole.

Poi ci sono quelli super carini: hanno bei modi, o semplicemente ci fanno simpatia, o hanno cose che ci paiono così intelligenti che vorremmo che tutti li ascoltassero. E se il libro che hanno scritto ci piace pure, li invitiamo alla Libreria Volante.

Abbiamo incontrato Francesco Recami a Tribùk*, quest’anno. Antonio Sellerio, al nostro tavolo, ci ha raccontato le prossime uscite importanti della sua casa editrice e poi ha lasciato la parola a lui, il toscanissimo Recami. Pensereste che sono di parte. Certo, quando sento la parlata delle mie colline mi sciolgo un po’, ma resta il fatto che i fiorentini sono le genti più intrattabili che abbia mai incontrato. Simpatici fin dove decidono loro di esserlo (io compresa), poi permalosi e convinti di una superiorità che vedono solo loro.

Quindi mi son detta, sentiamo dove va a parare.

Lui c’ha letto una paginetta del libro che era ancora in lavorazione (Tribùk era a febbraio, il libro è uscito settimana scorsa) e io mi sono scompisciata dal ridere. Ma davvero una risata di cuore e di pancia, anche un po’ scorretta, come era da tempo che un libro non mi faceva fare. Si tratta de “La clinica Riposo & Pace”, ed è il secondo libro della serie Commedia nera. In quella pagina non si parlava della storia, non compariva nemmeno il protagonista, Alfio Pallini, ottantenne rinchiuso dalla nipote nella suddetta clinica. Un posto costoso, sull’Appennino, dove i parenti piazzano i nonni in attesa della loro dipartita. Clinica a cinque stelle, più simile a un resort da addio al nubilato, ma dove forse i vecchietti trapassano troppo velocemente. Le pagine si susseguono raccontando le rocambolanti imprese di Alfio, che in quel posto proprio non vuole restare, tentativi di fuga picareschi… ma qual è la realtà? Chi vuole fare fuori chi?

Torniamo alla paginetta (che poi sono tre ma sono piccoline, come tutte le pagine della collana La memoria). Si tratta di pagina 133 del libro, dalla parola “Improvvisamente il cellulare di Mikaela Pallini suonò” a pagina 136, che poi è la fine del capitolo 26, anzi Scena 26 (perché Recami chiama i capitoli, “scene”: giustissimo dal momento che si tratta di “commedie”).

Ah, venerdì 25 maggio, alle 21, Francesco Recami sarà da noi, perché alla fine il libro c’è garbato davvero tutto.

La clinica Riposo & Pace, Francesco Recami, Sellerio, pp. 216, euro 14.
ISBN: 9788838937804

* Tribùk è una tre giorni di incontri tra editori (una trentina) e librai (un centinaio) di tutta Italia. A porte chiuse, in un grande albergo di Abano Terme, ci si confronta su tutto. Il sito lo trovate qui.

vuoi prenotare subito questo libro?

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (inserisci il titolo del libro che vuoi ordinare)

Il tuo messaggio

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2015 la Libreria Volante
Top
Seguici: