Simi_01

Questo suggerimento è una confessione

Siccome, diversamente da Simi, non sono brava a tenere la suspense fino all’ultimo, vi svelo già il finale: confesso che mi sono innamorata di tutti i libri di Simi. Di tutti perché, dopo aver letto “Come una famiglia”, ho fatto come i salmoni e, dal più recente al più datato, ho letto tutti i titoli in circolazione dell’autore. Ora però purtroppo li ho finiti e, a meno che Einaudi non riporti in circolazione due titoli introvabili – o lo faccia Sellerio sperando in un’acquisizione del catalogo di Simi (perdonate i termini da quasi addetta ai lavori), dovrò passare in biblioteca. O aspettare.

Qua vi racconto quello che posso dell’ultimo, “Come una famiglia”. Quello che posso perché si tratta di noir, e mille svolte della trama, mille cambi di direzioni che – inaspettati – portano il lettore a cambiare punto di vista sulla vicenda e sui protagonisti, non ve li posso dire. Posso raccontarvi che la vicenda si svolge in Toscana, perché è lì che viene disputato un torneo giovanile di calcio, “Il” torneo, quello che sforna promesse dello sport più amato dagli italiani [aggiungo però che io faccio parte di quello spicchio di mondo interessato poco e nulla al calcio (credo che l’ultima partita vista sia la finale dei Mondiali con l’errore di Baggio ai rigori)]. Insomma, viene disputata la finale del torneo e il figlio di Dario Corbo, giornalista cinquantenne fascinoso protagonista del libro, è lì, in quella finale, nemmeno maggiorenne ma a battere il rigore con la stessa responsabilità di Baggio nell’estate del 1994.

Non vi dico se la palla entra in porta o no. Vi dico però che, vada come vada, la sera i ragazzi vanno a ballare. E proprio la mattina dopo quella notte una ragazzina arriva in ospedale, picchiata con violenza e stuprata. Quella ragazzina farà un nome: Luca Corbo. Il figlio di Dario.
Dario inizierà un’opera di analisi della realtà. Indagherà con la sua esperienza di giornalista di nera. Vorrà capire cos’ha fatto, se ha fatto, suo figlio. Con un’unica certezza, qualunque cosa sia successa, Dario sarà sempre accanto al figlio Luca. Per sapere la verità, Dario stesso deve mettersi in gioco. E qui il libro esplode, ed è qui che me ne sono innamorata. Dell’operazione di analisi che Dario fa di sé: ogni passo, ogni colpo di scena della storia, e ce ne sono un sacco, è anche un passo nella conoscenza di sé e nella scoperta di sé agli occhi del figlio. E come Dario si mette a nudo, in un modo o nell’altro, lo faranno tutti i personaggi del libro, per l’abilità di Giampaolo Simi a raccontare l’umanità. A raccontare NOI.

Spero che in queste parole passi almeno un millesimo dell’appagamento che questo libro mi ha portato. Beati coloro che non l’hanno ancora letto, hanno ancora tutta quell’emozione da provare…

Come una famiglia, Giampaolo Simi, Sellerio, pp. 432, euro 15.
ISBN 9788838938030

vuoi prenotare subito questo libro?

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (inserisci il titolo del libro che vuoi ordinare)

Il tuo messaggio

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2015 la Libreria Volante
Top
Seguici: