Malinconia, seduzione, una voce che parla dal presente

Questa estate ho cercato di chiudere alcuni conti in sospeso e mi sono letta “Uomini e topi” di Steinbeck, un paio di Éric-Emmanuel Schmitt (non riuscivo a non leggere altro dopo quel capolavoro che è “La vendetta del perdono” recensita qualche settimana fa), Philip Roth, una raccolta di Marco Malvaldi e il primo libro della ringhiera di Francesco Recami. E’ stata dura scegliere da chi iniziare, e ho prediletto un autore che molti di voi conosceranno decisamente bene: Georges Simenon.
Avevo letto troppo poco di lui. Abbastanza da capire l’entusiasmo con cui molti passano la porta della Libreria Volante diretti all’ultimo libro pubblicato da Adelphi, che continua a sfornarne a spron battuto, ma volevo concedermi di più.
Ecco che ho iniziato “Le persiane verdi”, uscito a fine giugno di quest’anno.

La copertina, seducente e malinconica, riporta perfettamente la storia e, mi permetto questa libertà, la scrittura di Simenon. Émile Maugin, celeberrimo attore giunto, a sessant’anni, all’apice del successo e della fama, apprende di avere, al posto del ventricolo sinistro, «una specie di pera molle e avvizzita». Maugin, dopo un’infanzia sordida, ha lottato, perduto, vinto, amato, desiderato, conquistato e posseduto tutto – donne, fama, denaro –, e coltiva la propria leggenda abbandonandosi a ogni eccesso. Prepotente, scorbutico, cinico (ma segretamente generoso), regna da tiranno su un piccolo mondo di sudditi devoti e trepidanti, fra cui la giovanissima e amorevole moglie, ma vive nella costante paura della morte e nella nostalgia dell’unica cosa che non ha mai conosciuto: la pace dell’anima – quella cosa tiepida e dolce a cui il suo desiderio attribuisce la forma di una casa con le persiane verdi.

Un libro dolce, malinconico, perfetto per tutti colori che hanno amato Roman Gary, per coloro che sono a una svolta della vita e che desiderano riflettere sul tempo che passa.
Un libro che è un piccolo capolavoro, dove non si svela mai tutto, dove è il lettore a intuire cosa c’è nella mente di coloro che la storia la muovono, quindi un libro che ognuno di noi leggerà a modo proprio.

Le persiane verdi, Georges Simenon, Adelphi, pp. 208, euro 19.
ISBN 9788845932809

vuoi prenotare subito questo libro?

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (inserisci il titolo del libro che vuoi ordinare)

Il tuo messaggio

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2015 la Libreria Volante
Top
Seguici: